Crea sito
Lo Sciamanesimo Guerriero e la Via della Spada,  Tradizione nordica

Trance estatica e gangr del Guerriero

La trance estatica si può esprimere in modi differenti a seconda della connessione indotta, portando a mantenere livelli di coscienza differenti. Quando è totale in alcune tradizioni si parla di possessione (non nell’accezione negativa comunemente riportata da certe religioni monoteistiche); in quella nordica si osserva, invece, l’utilizzo del termine “predominante/dominante” (gangr). Questo focalizza sul fatto che ciò che emerge è comunque uno Spirito insito nell’individuo, nel senso che il legame è “simbiotico”, come un fuoco che divampa là dove vi è già una fiamma, non certo dal nulla.
Quando il Fuoco arde nella sua forma completa, libera la sua furia distruttiva.

Ulfheðinn: Ulf – Lupo, heðinn – pelliccia.
Uomo-Lupo, Sciamano Guerriero.

– Con le mie mani 
Prendo la tua vita
La mia vita è tua
Il tuo potere è mio –

Sciamano Guerriero, Guerriero Stregone.
Nessun “Guerriero di Luce”, questa è un’altra strada, un’altra vita, un altro tempo.
Etica che affonda in una tradizione guerriera, in una natura dura, in un istinto selvaggio, brutale e che spalanca sempre due strade: scegli.
Amorale, come il lupo: vivere o morire, dominare o soccombere.

Leviamo in alto le spade,
Guerriero del Lupo, splendenti,
Nell’estate del serpente foriera
Tali atti sono ben accetti;
Porta a Lundr:
Non lasciare niente!
La melodia di lance feroci
Dal tramonto risuoni.

da Egils saga Skalla-Grímssonar

Sigríðr Úlfhildr Bálsdóttir

Lascia un commento