Crea sito
Dalle Tradizioni

Influenze dei colori

La cromoterapia ha origine antichissima, se ne hanno attestazioni tanto nell’Antico Egitto come presso gli antichi Greci, ma è comunemente riconosciuto come i colori fossero parte integrante delle spiritualità antiche, infatti l’interesse per i benefici dei colori andava di pari passo con il concetto degli elementi: aria, fuoco, acqua, terra.
La distinzione più schematica è quella tra colori caldi e colori freddi:

  • colori CALDI: giallo, arancione e rosso;
  • colori FREDDI: blu, azzurro e viola;
  • VERDE: colore del centro, neutro e stabilizzatore.

BIANCO
Espressione di candore, purezza è la manifestazione delle energie nel loro massimo splendore.

NERO
Il colore che assorbe tutte le altre vibrazioni, atto quindi alla protezione dalle energie.

GIALLO
Il colore del sole, legato al 3° chakra che si trova nel plesso solare, è il colore della trasformazione, positivo, ottimistico, stimolatore di allegria, benessere, estroversione e lucidità cosciente.

ROSSO
Colore che richiama immediatamente il fuoco e il sangue, quindi un concetto legato alla vita, alle passioni, quindi tanto all’amore carnale quanto alla guerra, associato all’istinto, al desiderio e alla sessualità. Viene infatti associato al 1° chakra, la radice, per questo le sue vibrazioni portano energia fisica, stimolanti, eccitanti, rappresentano l’attivazione per eccellenza.

ARANCIONE
Un colore caldo generato proprio da altre due tonalità calde: giallo e rosso, comprendendone e mitigandone entrambe le caratteristica, senza eccessi, senza estremizzazioni. L’arancione, legato al 2° chakra, la milza, la zona appena sotto l’ombelico, induce serenità, entusiasmo, allegria, voglia di vivere, aumenta l’ottimismo, la positività dei sentimenti, la sinergia fisica e mentale, risultando utile in caso di apatia, depressione, pessimismo, paura, nevrosi, psicosi. Non è eccitante come il rosso né elettrico come il giallo, per questo è simbolo di trasformazione armonica, legata alla crescita, all’evoluzione.

VERDE
Energia di tipo neutro, data dall’unione di giallo (caldo) e blu (freddo), svolge una funzione di equilibrio è associato al 4° chakra, il cuore; è il colore della natura, simbolo di rinnovamento, equilibrio, speranza, sviluppo, fertilità. Esprime volontà di operare, la perseveranza, la tenacia ed è quindi associato alla guarigione; aiuta a combattere irritabilità, insonnia ed esaurimento, oltre ad essere un sedativo del sistema nervoso.

BLU
Vibrazione legata al 5°chakra, la gola, che tende a portare rilassamento; è infatti il colore della calma, dell’infinito, della serenità emotiva, combatte quindi l’agitazione sia fisica che mentale.

VIOLA
Energia di tipo freddo è però dato dall’unione di due colori dalle caratteristiche opposte: rosso (caldo – attivante) e blu (freddo – rilassante). Proprio questa sua particolarità lo porta ad agire prettamente sulla parte non materiale dell’essere, quindi sulla spiritualità, ispirazione e fantasia, in associazione al 7° chakra, la corona, seppur venga utilizzato per lavorare e stimolare anche il 6° chakra talvolta.

INDACO
Energia fredda che definisce il colore cosmico dell’energia stessa, rappresenta l’intuizione che sostiene l’attività mediativa, favorendo l’intuito, essendo legato al 6° chakra, il terzo occhio.

Sigríðr Úlfhildr Bálsdóttir

Lascia un commento