Crea sito
Lo Sciamanesimo Guerriero e la Via della Spada

Il Potere

Quando il Potere è Energia rappresenta il primo alleato e un grande nemico, perché dà molto e, se non controllato, se non disciplinato, diventa avido di se stesso.

Acquisire Potere è un percorso che va affrontato con preparazione, in completo ascolto, con disciplina e costanza. Lo si deve comprendere, sentire, vivere senza farsi dominare da esso, poiché inebria la mente di chi ha fretta, di chi ha dimenticato che l’Equilibrio è la prima legge da rispettare. Perdere la propria battaglia con il Potere, significa sposare la mancanza di Equilibrio, e senza questo vi è solo una strada: il Caos.

Per questo va trattato sempre con rispetto, mai come gioco; allora come alleato sarà possibile utilizzarlo senza divenirne vittime.

Tutto è Energia e nei sui flussi scorre il Potere, come fili che attraversano tutto, anche ciò che gli occhi comuni non riescono a vedere.

Proprio seguendo questo semplice principio, si comprende come il Potere necessiti di movimento, di essere lasciato scorrere, di esser fatto fluire, al fine di crescere, di alimentarsi e di alimentare il Tutto.

57. Torcia da torcia
divampa finché si consuma;
fiamma s’accende da fiamma.
Dall’uomo l’uomo
apprende il sagace parlare,
ma stolto se [rimane] in silenzio.

Hávamál – Il discorso dell’Eccelso

Quando si inizia a percepire, a vedere, a vivere questo flusso costante, tutto cambia davanti ai nostri occhi, la realtà comune assume definizioni che l’avvicinano all’Oltre, all’altra realtà, trovando proprio nel Potere il punto di contatto.

Tuttavia, giungere a questo senza prima aver imparato e compreso come gestirlo, potrebbe risultare fin troppo destabilizzante e distruttivo: per questo il percorso viene guidato, affinché l’allievo a ogni cambiamento, a ogni nuova consapevolezza, trovi il suo Equilibrio in un progressivo e continuo lavoro di distruzione e costruzione, per giungere a comprendere il suo Compito.

Sigríðr Úlfhildr Bálsdóttir

Lascia un commento