Crea sito
Cerchio - Immagine da Pixabay
Dalle Tradizioni

Il Cerchio

Il Cerchio non è mai casuale, nessuno vi entra per caso e nessuno resta per forza, bensì è espressione di una scelta consapevole.
Quando lo si compone, l’energia viene fatta fluire tra ogni singolo componente, così da portare equilibrio al tutto che in esso trova forma.

Tutto ciò che è circolare è infinito.

Il Cerchio è espressione di Equilibrio, come tale, chi si siede in esso non è né superiore, né inferiore ad un altro, ma ne è parte perché la sua Anima risuona armonicamente con quella degli altri.
Vi sarà l’Anziano come vi sarà il Giovane.
Il Giovane porta rispetto all’Anziano per la sua esperienza, per la sua saggezza, per la sua conoscenza divenuta consapevole. Parimenti, l’Anziano porta rispetto al Giovane come germoglio del futuro, per le sue potenzialità, per la sua mancanza di esperienza che porta “perché” che magari ancora lui non si è posto.
L’Allievo impara dal Maestro così come un buon Maestro impara dall’Allievo.
Con tale predisposizione fluisce l’energia, andando ad amplificare quella del singolo, facendo sì che il risultato sia maggiore della somma delle parti, perché questo è il dono della Natura quando si opera nel suo rispetto.

Il Cerchio è rispetto.
Il Cerchio è sacralità.
Il Cerchio è appartenenza.
Il Cerchio è memoria.
Il Cerchio è conoscenza.
Il Cerchio è comunione.
Il Cerchio non conosce tempo.
Il Cerchio è Equilibrio.

Sigríðr Úlfhildr Bálsdóttir

Cerchio - Immagine da Pixabay
Immagine da Pixabay

Lascia un commento